Tag Archivio per: climatizzazione

Aria pulita, estate e inverno: l’importanza della manutenzione del climatizzatore

Programmare la pulizia significa mantenere efficiente  e sano il proprio climatizzatore: scopriamo i dettagli

Se passiamo la maggior parte del nostro tempo in uno spazio con un climatizzatore, è bene per la nostra salute che sia ben pulito e che funzioni al meglio delle sue prestazioni. Risulta così molto importante eseguire la manutenzione dell’impianto. Una misura necessaria anche per ridurre l’usura del tempo. Ma quando e come bisogna farla?

I nuovi sistemi permettono l’utilizzo dell’impianto anche come pompa di calore, per fornire il riscaldamento in inverno: è bene dunque eseguire la pulizia a ogni cambio di stagione. Una corretta manutenzione comprende una serie di controlli utili al fine del funzionamento: ma, come per la pulizia delle stufe a pellet, anche in questo caso bisogna dividerla in ordinaria e straordinaria.

La manutenzione ordinaria

In questa categoria fai-da-te, rientra la pulizia dell’unità esterna del climatizzatore: qui si rimuoverà polvere, detriti, smog e ogni genere di accumulo causato dagli agenti atmosferici e dall’ambiente circostante. Sarà poi necessario controllare e mantenere efficienti i filtri dell’aria delle unità interne. Questi infatti, se non puliti regolarmente, possono ospitare una serie di germi e batteri che inquineranno l’aria. Per lavarli bisogna smontarli e pulirli con acqua e sapone neutro; questi andranno poi asciugati in maniera accurata (meglio se con un compressore).

Importante: non bisogna tralasciare lo scambiatore di calore. La corretta pulizia di questo elemento è essenziale per mantenere efficiente ed affidabile il sistema di climatizzazione, garantendo così il massimo comfort in tutti gli ambienti.

La manutenzione straordinaria: affidiamoci al tecnico

Qui è bene affidarsi a un professionista qualificato : si andrà infatti ad  effettuare una sanificazione dell’apparecchio. Inoltre verrà verificato il corretto funzionamento del condensatore e bisognerà controllare che gli scambi termici avvengano senza problemi; Il tecnico controllerà poi il tubo di scarico e monitorerà la presenza della corretta quantità di gas refrigerante all’interno del circuito. Importante è l’accertamento che non vi siano perdite lungo il sistema.

Mancata manutenzione : guai in bolletta

Come tutti gli impianti di riscaldamento e condizionamento, la manutenzione ordinaria e straordinaria ha anche un altro fondamentale scopo: mantenere i consumi energetici in linea con quelli inizialmente dichiarati, evitando così un ingiustificato incremento che andrebbe a ripercuotersi in bolletta.

Ad esempio un impianto sporco, che non ha effettuata la giusta manutenzione, tende ad andare sotto sforzo: questo lo porta a consumare fino al 25/30% in più di energia rispetto ai parametri iniziali.

Affidati dunque ad AIER Impianti per proteggere la tua salute e il tuo portafoglio!