Pellet: 10 buoni motivi per iniziare ad utilizzarlo

Pellet: 10 buoni motivi per iniziare ad utilizzarlo

La biomassa del presente e del futuro: ecco perchè è meglio la stufa a Pellet

 

Negli ultimi anni la vendita delle stufe a pellet è aumentata in maniera esponenziale: basti pensare che in Italia ne sono state installate circa 2,2 milioni, portando la richiesta di pellet a 3,4 milioni di tonnellate.

Ma perchè conviene sceglierla come alternativa ai classici sistemi di riscaldamento? Abbiamo elencato per voi 10 buoni motivi.

1. Più semplice l’installazione, più semplice l’utilizzo:

Eseguita da tecnici qualificati, l’installazione di una stufa a pellet richiede poco tempo. Una volta eseguito il primo avviamento poi, il suo utilizzo è veramente facile ed intuitivo. Ormai tutte le stufe sono dotate di un display digitale, che permette l’accensione, lo spegnimento e il controllo della temperatura attraverso un semplice gesto. Le più recenti poi, si controllano direttaemente dal proprio smartphone.

2. Rapida combustione = maggiore calore:

E’ un’affermazione che può suscitare qualche dubbio ma, rispetto alla legna, il pellet ha una combustione più rapida con una resa di calore molto elevata. Con un consumo minore, la nuova stufa ha una notevole resa di calore, offrendo un riscaldamento decisamente più immediato. Facendo un esempio, rispetto alla legna classica il pellet ha un rendimento che si aggira intorno al 90% su 100Kg di prodotto bruciato.

3. Pratico e facile da reperire:

Essendo di piccole dimensioni e molto pratico, il pellet è un materiale facile da reperire e decisamente più pratico che la legna. Ormai possiamo trovarne sacchi anche tra le corsie del supermercato, notando anche un’ottimo rapporto qualità/prezzo. Il Pellet, per sua natura, è un materiale di scarto della legna: una biomassa facilmente reperibile e valida per creare energia pulita. Oltre a questo materiale poi, negli ultimi anni sono subentrati nuovi materiali combustibili sempre derivati da scarti di lavorazione: ad esempio il cippato, i gusci di frutta secca o il mais.

4. Una mano al portafoglio:

Con l’utilizzo del pellet non ci guadagna solo l’ambiente, ma anche il nostro portafoglio. Parlando direttamente in cifre, rispetto alla tradizionale stufa a legna il pellet ha un risparmio energetico stimato tra i 300 e i 1000 euro all’anno.

5. Calore per ogni tipo di ambiente:

Come detto, il pellet è un combustibile ecologico derivato dalla legna: il suo utilizzo dunque contribuisce a ridurre drasticamente l’abbattimento di alberi destinati alla diventare legname da ardere. Scegliere il pellet vuol dire anche scegliere di contrastare il surriscaldamento globale: il suo utilizzo, contribuisce a ridurre la produzione di anidride carbonica derivante da combustibile fossili e, di conseguenza, ristabilisce l’equilibrio degli ecosistemi.

6. Il Pellet per tutti, dove si vuole

Il suo sprigionare notevole calore, permette alle stufe a pellet di trovare posto in qualsiasi tipologia di ambiente. Dalle piccole alle grandi stanze, il pellet offre un riscaldamento uniforme in tempi molto rapidi. La stufa a pellet poi, è decisamente versatile: sia come riscaldamento principale che come integrativo, può essere adattata a qualsiasi esigenza. Per questo però consigliamo sempre di chiedere consiglio agli esperti del settore, così da sfruttare il 100% delle sue capacità.

7. Un design da catalogo nel proprio salotto

Oltre ad essere innovativa ed ecologica, la stufa a pellet è diventata una componente d’arredo: gli ultimi modelli sono un insieme di materiali, colori e linee studiati e combinati per sposarsi con l’ambiente in cui verranno posizionati. Non più solamente mezzi di riscaldamento, ma veri e propri oggetti di design.

8. La manutenzione: un gioco da ragazzi

Le stufe a pellet sono decisamente più facili da pulire rispetto alla classica stufa. Le più recenti poi, sono addirittura autopulenti!

9. Una garanzia certificata

Le biomasse saranno il combustibile del futuro, pertanto le aziende produttrici di impianti di riscaldamento sono scrupolose nel realizzare modelli sempre più all’avanguardia e studiate per soddisfare ogni tipo di richiesta.

Quasi convinto?

10. Ecco le detrazioni fiscali

Visto il notevole contributo che offre all’ambiente, le istituzioni stanno cercando di invogliare i cittadini a sostituire i vecchi dispositivi con le più moderne stufe a pellet. Ecco dunque l’attivazione di numerosi bonus e incentivi che potete consultare e richiedere per passare a un consumo più sostenibile. Ad esempio è attivo l’Ecobonus 2020 per gli incentivi di ristrutturazione ed efficientamento energetico per i lavori effettuati nell’anno solare 2020; oppure l’Ecobonus al 65%, il Bonus ristrutturazione al 50% o lo Sconto in Fattura immediato del 65%. Per i residenti in Regione Piemonte, da luglio è stato attivato un ulteriore bonus (appunto Bonus Piemonte) che si può sommare a quelli già esistenti e vi permetterà di portarvi a casa una stufa nuova praticamente gratis.

 

Convinti? Allora vi aspettiamo presso lo Show-Room di Aier snc per mostrarvi le stufe a pellet più all’avanguardia, tutte rigorosamente Made In Italy.

Stufa a Pellet Flexi, Ravelli

Stufa a Pellet Flexi, Ravelli

 

Fonti: AIEL, altroconsumo.it, puntocalore.it, laleggepertutti.it, biocalor.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.