Impianto di riscaldamento, perché lavarlo?

Impianto di riscaldamento, perché è importante il lavaggio?

Eseguire il lavaggio dell’impianto per mantenerlo in ottime condizioni e farlo durare più a lungo: i consigli di AIER snc

Come tutti gli apparecchi, anche l’impianto di riscaldamento ha bisogno della corretta pulizia per garantire ottime prestazioni. Ovviamente, sia nei sistemi tradizionali a radiatori o in quelli più recenti, l’acqua circola in un circuito chiuso e, col passare del tempo, nelle tubazioni si possono trovare depositi di calcare, residui di corrosione dei tupi o scorie di ossidazione.

E’ bene dunque riportare l’impianto nelle sue condizioni ottimali, eseguendo un lavaggio ad alta circolazione con solventi chimici: un intervento efficace e veloce ma che vi permetterà di avere una distribuzione del calore più uniforme e  netti risparmi sui consumi; senza contare poi un minor rischio di guasti e rotture, andando così ad aumentare la durata del vostro impianto.

Quando lavare l’impianto

In particolare, il vostro impianto ha bisogno di un lavaggio se vi accorgete che:

  • alcune stanze rimangono più fredde di altre
  • l’impianto ci mette parecchio tempo per riscaldarsi
  • uno o più radiatori sono freddi nella parte inferiore
  • i radiatori necessitano di uno spurgo frequente
  • la caldaia è rumorosa

Comunque, per andare sul sicuro, questa procedura andrebbe eseguita almeno ogni 10 anni.

Ci sono poi casi in cui il lavaggio risulta obbligatorio. Ad esempio nei casi di ristrutturazione che interessano anche l’impianto o se si sostituisce la caldaia con una più recente. Qui l’intervento è essenziale per mantenere valida la garanzia del prodotto: alcune aziende la potrebbero annullare se non si dimostra di aver eseguito la pulizia dell’impianto prima dell’installazione.

 

Come accennato prima, un buon lavaggio viene eseguito con l’utilizzo di solventi chimici: è bene quindi affidarsi a ditte esperte, onde evitare di maneggiare acidi pericolosi e recare danni all’impianto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.